IL MERCATO NAZIONALE DEGLI EVENTI: NUMERI IN FORTE CRESCITA!

Il consueto monitor annuale curato da AstraRicerche sul mercato degli eventi e della live communication presenta un settore in grande forma.

Il mercato nazionale degli eventi e della live communication continua a crescere. Lo ha detto il direttore di AstraRicerche, Cosimo Finzi (uno dei relatori della nostra EventAcademy) , presentando il XIV Monitor sul Mercato degli Eventi e della Live Communication in Italia’ realizzato come di consueto per conto di ADC Group.

Per il 2018 l’incremento degli investimenti in eventi sarà del +3,8%  per un valore complessivo di 884 milioni di euro,  a fronte di una crescita dell’intero comparto della comunicazione dell’1,7%.

Si tratta di numeri importanti, che riflettono l’attenzione sempre più avvertita e condivisa dalle aziende italiane per questo importante settore del marketing mix. Sono infatti salite dal 38% al 42% le aziende che investono in eventi più del 20% di tutta la loro comunicazione e sono in crescita anche quelle che prevedono di investire prossimamente in eventi  anche se non quest’anno non l’hanno fatto (88% contro l’86% del 2017).

Ma il Monitor indica anche quali sono le tipologie di eventi più gettonate dalle nostre aziende. Si tratta delle convention aziendali (indicate dal 42.8%), seguite dai convegni/congressi e  dai lanci di prodotto. Tipologie di eventi che riguardano sia le aziende B2C ma anche quelle B2B.

Altro fattore che sta prendendo sempre più piede è la consapevolezza dei marketing manager (oltre il 90% degli intervistati) che l’evento è uno strumento formidabile per comunicare direttamente con i propri target e per stabilire con le persone di riferimento una relazione duratura e di qualità. Non a caso, l’evento conquista sempre più fiducia e credibilità nel media mix aziendale (78,5%).

Infine, il Monitor individua ogni anno quella che definisce la parola d’ordine del mercato degli eventi, ovvero il termine che identifica il concetto ritenuto più rilevante da aziende e marketing manager. Lo scorso anno è stato ‘integrazione’  fra i vari mezzi (scelto dal 32.0%) seguito da ‘affidabilità’ (27.7%) e ‘trasparenza’ (17%). Per il 2018, il concetto più sentito è stato ‘emozione’ (31,3%) , seguito da ‘capacità realizzativa’ e  ‘tecnologia, digitale’.

Per chi, come Ellisse (che ha un reparto specializzato), organizza eventi, è chiaro il richiamo sia ad uno degli elementi fondamentali di questa professione (la capacità cioè di creare e comunicare emozioni), sia a quanto si sta creando e innovando grazie alle nuove tecnologie e al digitale.

Concludiamo con una constatazione, ovvero, che anche per noi qui in Ellisse è stato un 2018 ad alto tasso di eventi: sono state infatti 70 le giornate-evento che ci hanno visto in campo per i nostri clienti, una cavalcata lunga un anno e ricca, appunto, di emozioni.